Il mio olio extravergine di oliva pugliese

Prima di parlare di olio bisogna parlare di oliva, io coltivo una varietà tipica del mio territorio (alta Daunia) la “Peranzana”.  Proveniente dalla Provenza ed introdotta nella Daunia da Raimondo di Sangro verso la metà del 1700 essa ha trovato il suo clima ideale in quest’angolo della Puglia «partorendo» un olivo capace di trasformarsi in un olio extravergine unico, dalle richiestissime proprietà organolettiche e nutrizionali.

Per ottenere il massimo da questa cultivar io utilizzo tecniche da agricoltura biologica come l’inerbimento naturale permanente detta anche “tecnica del giardino naturale”, non effettuo arature. Tale tecnica oltre a migliorare la struttura del terreno, ad impedire il suo dilavamento, consente alle radici dell’ulivo di portarsi più in superfice e così facendo le radici delle erbe e quelle dell’ulivo entrano in contatto, questo contatto favorisce scambi che fanno aumentare il contenuto polifenolico presente all’interno dell’oliva. Utilizzo concimazioni organiche (favino da sovescio oppure guano/letame) e non utilizzo prodotti chimici.

Per preservare in trasformazione tutta la qualità ottenuta in campo frango le olive a soli due ore dalla raccolta, rigorosamente a freddo e utilizzando un frantoio di ultima generazione con tecnologia a ciclo continuo a due fasi.

Tutto questo processo mi consente di avere le seguenti caratteristiche:

  1. dal punto di visto organolettico l’Olio EVO di Peranzana al gusto si presenta mediamente amaro e piccante (equilibrato), non risulta invasivo come gli oli dal fruttato intenso né tantomeno risulta essere estremamente delicato come i fruttati leggeri. All’olfatto risulta “esplosivo” con un profumo netto di oliva e note decise di erbaceo, con sentori di carciofo, foglia di pomodoro, mandorla e floreale.
  2. dal punto di vista nutrizionale, grazie alla sua composizione in acidi grassi ed avendo un contenuto polifenolico molto elevato, il consumo a crudo di 3/4 cucchiaini al giorno, conferisce le seguenti proprietà:
  • Favorisce il drenaggio della bile e stimola la secrezione pancreatica;
  • Inibisce la secrezione acida dello stomaco grazie alleffetto enterogastronico;
  • Fattore di elongazione del tempo medio della coagulazione del sangue senza però azione antiaggregante delle piastrine;
  • Modesta azione preventiva sull’insorgenza della trombosi;
  • Modesta presenza di acido arachidonico, azione preventiva nella genesi delle prostaglandine che determinano un’elevata reattività immunologica e infiammatoria. Equilibra gli effetti degli acidi grassi alimentari sui meccanismi di difesa dell’organismo;
  • Ottimo composto plastico, specialmente per la maturazione delle fibre nervose neonate e nella crescita delle ossa lunghe;
  • Per il modesto contenuto in acidi grassi polinsaturi omega-6, l’olio d’oliva limita i danni da questi determinati, in particolare l’invecchiamento cellulare;
  • Capacità di ridurre l’immagazzinamento nelle LDL (lipoproteine a bassa densità comunemente conosciute come colesterolo cattivo) di acido linoleico, determinando pertanto una diminuzione dei mediatori lipidici proinfiammatori;
  • Favorisce la mineralizzazione nello sviluppo delle ossa;
  • Effetto Anti Age grazie alla presenza di vitamina E, la vitamina C ed i carotenoidi;
  • È un rimedio nel trattamento della stitichezza cronica;
  • Ha proprietà utili alla cura delle gastriti ipercloridriche e delle ulcere gastro-duodenali.