Sul mercato ci sono tante farine e molte paste alimentari accomunate dalla trafilatura al bronzo; tuttavia spesso non sappiamo nulla del grano che è stato utilizzato per ottenerle e non vi è menzione della trasformazione che è stata eseguita nè delle tecniche agricole utilizzate.

Sia il cibo la tua medicina e la medicina il tuo cibo

 diceva Ippocrate, e quindi mangiando i cibi veri e lavorati bene si acquista salute e si migliora la vitalità del nostro corpo. Per questo la mission di Raffaele dell’Azienda Agricola Piano è quella di donare benessere alla gente attraverso i suoi prodotti.

“Non venderei mai qualcosa che io stesso non riuscirei a mangiare”: è questo il suo motto e il suo stile aziendale, che fanno del suo lavoro un’impresa etica.

Ogni passaggio della sua catena produttiva è curato e coscienzioso, a partire dal grano italiano coltivato sul tavoliere delle puglie, da cui si ottiene la semola a “tutto corpo” cioè la cariosside (chicco di grano) viene macinata dolcemente e il germe, generalmente eliminato nelle lavorazioni industriali, rimane nella farina. Il germe conferisce aroma e sapore oltre ad arricchire la farina e la pasta di proprietà nutrizionali inimitabili.

Inoltre questa peculiarità ne riduce la scadenza a sei mesi per le farine e due anni e mezzo per la pasta. Questo significa che siamo sempre sicuri di mangiare una pasta confezionata “fresca” e quindi un prodotto che conserva tutte le sue caratteristiche utili per nutrire il nostro corpo.

Si potrebbe osare col dire che i prodotti èViva siano funzionali poiché la presenza del germe di grano apporta acidi grassi nobili, vitamine A ed E, sali minerali, e conferisce un indice glicemico inferiore alle paste e alle farine industriali.

La funzionalità della pasta è dimostrata dal fatto che viene venduta nelle farmacie come parafarmaco ed è inserita in banca dati Farmadati.

I prodotti èViva hanno effetti diretti sulla salute dell’intestino e del corpo intero ed influiscono positivamente sulle funzioni fisiologiche che contribuiscono a preservare e migliorare lo stato di salute e a ridurre il rischio di insorgenza delle malattie correlate alla cattiva alimentazione.

La filiera corta da cui deriva il grano utilizzato fa sì che nel prodotto finito non vi siano residui di micotossine e glifosato, che in maniera silente minano indissolubilmente la salute umana.

L’alta digeribilità degli sfarinati e della pasta sono dovuti al metodo di trasformazione e alla coltivazione del grano in campo per ottenere i prodotti che risultano tollerati meglio da chi ha sensibilità intestinali, donando una sensazione di leggerezza e sazietà grazie all’alto contenuto di proteine (>14%) e alla bassa disponibilità di carboidrati semplici.

Infine l’Azienda Agricola Piano ha a cuore la sostenibilità e per questo ha scelto un sistema che prevede l’uso combinato di pratiche agricole biologiche e convenzionali ed ha come obiettivi quelli di ridurre l’impatto ambientale.

Spesso si nomina la dieta mediterranea e i prodotti caratterizzanti la piramide, ma poco si dice a proposito delle tecniche di trasformazione che incidono notevolmente sulla qualità nutrizionale del prodotto finito: una lavorazione lenta e un’essiccazione a bassissime temperature (36°/44°) rendono la pastaèViva naturale e viva in tutti i sensi.

L’assidua ricerca della qualità, requisito imprescindibile per Raffaele, risulta in un’attenzione minuziosa alla naturalezza che parte dal campo e arriva al prodotto finito.

La pasta sa di grano e di campo già dalla cottura in acqua; il consiglio nutrizionale e sensoriale è quello di abbinare la pasta ai legumi poiché è proprio questo legame che ci garantisce la completezza dell’apporto proteico oltre a richiamare una ricetta contadina che ci fa tornare indietro nel tempo e ci fa sognare di mangiare questo piatto in aperta campagna su un campo di grano.

 

Il dott. Michele Sozio, biologo nutrizionista, è un attivista Slow Food e referente della Rete Giovani per la Puglia di questa Associazione che promuove un cibo buono, pulito e giusto. Michele abbina perciò studi e valori, promuovendo un’alimentazione sana che non sia solo salubre, ma consapevole: consumare prodotti che tutelino i dritti dei lavoratori, il benessere animale e il nostro pianeta.


Con grande soddisfazione riceviamo dal Premio Internazionale Biol 2020 la GOLD MEDAL per il nostro OLIO PIANO Biologico da mono varietale Peranzana.

È un riconoscimento che ci rincuora perché arriva in un momento così particolare e ci ripaga per i tanti sforzi compiuti per offrire ai nostri clienti un prodotto etico e di altissima qualità.