Siamo lieti di comunicarvi che l’olio extravergine di oliva Biologico da monocultivar PeranzanaOLIO PIANO 2020” anche per quest’anno ha ottenuto le cinque gocce da Bibenda.

Punto di riferimento tra le guide del vino e dell’olio italiane, Bibenda è il progetto della Fondazione Italiana Sommelier che premia i migliori vini ed oli del Bel Paese.

La premiazione doveva essere effettuata sabato 21 marzo 2020 presso l’Hotel Rome Cavalieri di Roma, ma a causa del corona virus è stata spostata a venerdì 26 Giugno 2020.


Visto che il bicarbonato di sodio così come è non fa lievitare il pane come fa il lievito, bisogna farlo reagire con qualcosa di acido (un esempio è il succo di limone), per farlo attivare; da questa unione vengono liberate delle bolle di anidride carbonica che permettono al pane di crescere.
Infatti questo non significa che non sia possibile utilizzare il bicarbonato di sodio come sostituto: in genere per ovviare al problema si procede con l’aggiunta all’impasto di parti uguali di bicarbonato di sodio e succo di limone, per eguagliare la quantità di lievito richiesto nella ricetta. Se non si possiede il succo di limone, ci sono anche modi alternativi: è possibile utilizzare il latticello o anche una miscela di latte e aceto.

 

Che cos’è il lievito?

I lieviti sono dei funghi microscopici monocellulari, essi vengono venduti nei supermercati (a cubetti oppure in polvere), sono vivi ma non si riproducono finché stanno in frigo e hanno invece bisogno di una certa temperatura per potersi riattivare. Per questo motivo il lievito si stempera nell’acqua tiepida, a circa 30°C; se la temperatura è troppo bassa rimangono congelati e non si attivano, se è troppo alta vengono uccisi.

Alla temperatura giusta, loro “mangiano l’impasto” ed emettono dell’aria, o meglio, dell’anidride carbonica.

Essendo però intrappolata nell’impasto, questa anidride carbonica non può uscire e rimane lì, sotto forma di tante bollicine, che danno una struttura tipica al pane o alla pizza che rimarrà stabile dopo la cottura. I lieviti, poi, moriranno in cottura ma dopo aver fatto il loro dovere. Inoltre i lieviti conferiscono un sapore diverso a seconda del tipo che si usa (Lievito di birra oppure lievito madre), che si sente nel prodotto finale: è per questo che con la lievitazione naturale i prodotti da forno vengono più buoni.

Il bicarbonato è la scelta giusta

Visto che il bicarbonato di sodio così come è non fa lievitare il pane e la pizza come fa il lievito, bisogna farlo reagire con qualcosa di acido (come ad esempio il succo di limone, l’aceto oppure lo yogurt), per farlo attivare; da questa unione vengono liberate delle bolle di anidride carbonica che permettono al pane o la pizza di crescere.

Le dosi per fare il lievito con il bicarbonato

  • Mescolate insieme 1/4 di cucchiaino di bicarbonato, 1/2 cucchiaino di aceto o succo di limone o 100 gr di latte.
  • In alternativa versate in una ciotola 1/4 di cucchiaino di bicarbonato e 125 gr di yogurt, mescolate il tutto ed ecco pronto il vostro lievitante per dolci fai da te.

È Viva, La Pasta Artigianale di Grano Duro con Germe di Grano Vivo è stata pensata per essere un alimento funzionale. Infatti grazie alla presenza del germe di grano ricco di Omega 3, Omega 6, Vitamine e vari elementi, all’assenza di micotossine, glifosato e metalli pesanti e all’essiccazione a bassa temperatura (inferiore ai 50°c), che gli consente di non perdere le sue proprietà nutritive (soprattutto vitamina B1 e B2 e proteine) permette alla nostra pasta di influire positivamente su una o più funzioni fisiologiche e contribuisce a preservare o migliorare lo stato di salute e a ridurre il rischio di insorgenza delle malattie correlate al regime alimentare.

Per tali ragioni sempre più consumatori che presentano intolleranze alimentari di vario genere hanno iniziato ad usare la nostra pasta riferendo di una eccezionale digeribilità, tollerabilità e di non avere più stati di sonnolenza e stanchezza dopo averla mangiata.

Tutto ciò ci ha consentito di vendere la nostra pasta è Viva nelle Farmacie come parafarmaco e di essere inserita in banca dati Farmadati.


Le qualità superiori, dal lato sensoriale e nutrizionale degli Oli Extravergini di Oliva di qualità lo rendono un grasso gourmet.

Tra i grassi è l’unico estratto meccanicamente da un frutto e l’olio ricavato ne custodisce le fragranze, i profumi e la ricchezza in antiossidanti e vitamine.

L’insieme dei componenti presenti nell’olio extravergine di oliva di qualità è tanto prezioso per la salute quanto, per il gusto e i profumi che ne scaturiscono.

Molte persone credono che l’olio d’oliva sia più grasso dell’olio di semi, notizia totalmente infondata. Infatti nei due oli sono presenti le stesse quantità di grassi e anche le stesse calorie, cioè 9 al grammo.

Un buon extra vergine di oliva poi, è molto più saporito di quello di semi, quindi tenderai a usarne una minore quantità per condire i tuoi piatti, con grande vantaggio per il conto calorico.

Anche sul fronte della cottura, l’olio di oliva vince sugli altri oli e grassi perché, se non si raggiungono temperature superiori a 180°, il minor numero di acidi grassi polinsaturi lo rende più stabile ed evita la produzione di una maggior quantità di radicali liberi.

Sicuramente la margarina è uno dei condimenti che non andrebbero usati mai, perché contiene acidi grassi idrogenati e per questa ragione non è un alimento salutare e utile per l’organismo.

Il burro invece contiene molto colesterolo e molti acidi grassi saturi che sono nocivi alla salute. Il suo consumo quotidiano è sconsigliato, ma non è vietato il suo uso sporadico. Ad esempio, una quantità limitata nei dolci, consumati una volta a settimana, non incide negativamente sulla dieta o sulla salute cardiovascolare.

Le ultime evoluzioni lo vedono protagonista anche in pasticceria. Alcuni dolci sono stati fatti sostituendo la margarina ed il burro con l’olio extravergine d’oliva, il risultato è stato quello di avere dolci dai gusti intensissimi, ma con il vantaggio di essere molto digeribili e leggeri.

In conclusione, si può affermare che questo versatile prodotto sarà sempre più protagonista in cucina, dal momento che con le sue spiccate proprietà si adatta alle varie forme gastronomiche, siano esse tradizionali o innovative, esaltando le pietanze in mille sfumature di gusto e profumo.


Vuoi realizzare una cena romantica di San Valentino a casa? Ti aiutiamo a trasformate una cena a due in una serata indimenticabile: ecco qualche consiglio ad alto tasso di romanticismo per una tavola da sogno.

La cena romantica è un momento speciale da incorniciare nel modo giusto decorando la tavola e la sala per creare l’atmosfera giusta così da rendere la serata impeccabile e memorabile.

Senza dubbio la luce soffusa delle candele, rigorosamente rosse, renderà più intima la serata.  Esse sono indispensabili e simboleggiano l’amore ancora acceso e tanto tanto romanticismo. È fondamentale che siano senza profumo per poter assaporare i piatti preparati con tanto amore.

Per l’occasione servirà un tavolo non troppo grande, dove le due persone non siano troppo distanti e la tovaglia deve essere sistemata fino a metà altezza.

Scegliete con cura il servizio di piatti e non dimenticate il calice del vino accanto al bicchiere dell’acqua, meglio se in cristallo trasparente, e sulla tavola si possono sistemare dei delicati petali di rosa.

Nascondete dei piccoli biglietti con frasi d’amore ad ogni pietanza. In questo modo, man mano che la cena procede, il vostro ospite troverà un nuovo messaggio romantico.

Preparate una playlist per la serata di musica piacevole ma che non deve distrarre dalla conversazione.

Ecco la nostra proposta per un primo facile e veloce pensato con la nostra Pasta èViva: la pasta con il cuore.

 

Spaghetti al Pomodoro

Cena romantica San Valentino ricetta èViva La Pasta AGRICOLA PIANO CENA ROMANTICA A CASA CENA SPECIALE PER SAN VALENTINO RICETTA FACILE E VELOCE PASTA PASTA SENZA GLIFOSATO PASTA SENZA MICOTOSSINE PASTA SENZA PESTICIDI PASTA 100% ITALIANA PASTA CON GERME DI GRANO

 

 

Dosi per 2 persone

 

Cena romantica San Valentino ricetta èViva La Pasta AGRICOLA PIANO CENA ROMANTICA A CASA CENA SPECIALE PER SAN VALENTINO RICETTA FACILE E VELOCE PASTA PASTA SENZA GLIFOSATO PASTA SENZA MICOTOSSINE PASTA SENZA PESTICIDI PASTA 100% ITALIANA PASTA CON GERME DI GRANO

 

 

Difficoltà: Facile

 

Ingredienti:

Procedimento:

  1. Immergete pomodorini in acqua bollente: questo serve per spellarli. Scolateli dopo un minuto, incidete la buccia, spellateli, tagliateli a metà e schiacciateli un pochino per eliminare i semi e una parte dell’acqua di vegetazione; tritate la polpa ottenuta. Se non avete i pomodori freschi potete usare anche i pomodori pelati, la ricetta risulterà ancora più veloce;
  2. Tagliate la cipolla a listarelle e sbucciate e schiacciate lo spicchio di aglio;
  3. Prendete una padella e versatevi 2 cucchiai Olio Extravergine di Oliva Biologico da monovarietale Peranzana, la cipolla, l’aglio e cuocete a fiamma molto bassa; lasciate soffriggere fino a quando la cipolla sarà diventata trasparente e l’aglio dorato, dopodiché eliminate l’aglio;
  4. Successivamente togliete la padella dal fuoco e quando il condimento si sarà leggermente raffreddato, aggiungete la polpa di pomodoro. Rimettetelo sul fuoco e mescolate con un cucchiaio di legno, poi salate e aggiungete il peperoncino. Cuocete a fiamma media una decina di minuti: la salsa deve risultare abbastanza fluida. Due minuti prima di toglierla dal fuoco aggiungete il basilico;
  5. Mentre il sugo cuoce, mettete una pentola di acqua a bollire, cuocete la pasta seguendo le indicazioni sulla confezione. Aggiungete il sale e calate gli Spaghetti Ristorante èViva. Mescolate e fate riprendere il bollore coprendo con il coperchio. Cuocete poi a pentola scoperta e a fiamma sostenuta: l’acqua deve essere sempre in “fermento”. Scaldate una terrina e versatevi metà della salsa;
  6. Scolate la pasta, mettetela nella terrina, conditela con il sugo al pomodoro rimasto e il resto dell’olio e mescolate. Servite la pasta al pomodoro, a piacere, parmigiano grattugiato.

Consiglio per una ricetta vegana: non aggiungete il Parmigiano Reggiano.

Cena romantica San Valentino ricetta èViva La Pasta AGRICOLA PIANO CENA ROMANTICA A CASA CENA SPECIALE PER SAN VALENTINO RICETTA FACILE E VELOCE PASTA PASTA SENZA GLIFOSATO PASTA SENZA MICOTOSSINE PASTA SENZA PESTICIDI PASTA 100% ITALIANA PASTA CON GERME DI GRANO