Siamo felici di apprendere che il nostro OLIO PIANO Bio da mono varietale Peranzana è stato recensito nel numero di settembre di Oliocentrico, supplemento della testata giornalistica Olio Officina Magazine, rivista ideata da Luigi Caricato. Mentre la recensione ci è stata fatta dal dott. Renzo Ceccacci, Presidente della scuola di assaggio OLEA.


Con grande soddisfazione riceviamo dal Premio Internazionale Biol 2020 la GOLD MEDAL per il nostro OLIO PIANO Biologico da mono varietale Peranzana.

È un riconoscimento che ci rincuora perché arriva in un momento così particolare e ci ripaga per i tanti sforzi compiuti per offrire ai nostri clienti un prodotto etico e di altissima qualità.

 


Siamo lieti di comunicarvi che l’olio extravergine di oliva Biologico da monocultivar PeranzanaOLIO PIANO 2020” anche per quest’anno ha ottenuto le cinque gocce da Bibenda.

Punto di riferimento tra le guide del vino e dell’olio italiane, Bibenda è il progetto della Fondazione Italiana Sommelier che premia i migliori vini ed oli del Bel Paese.

La premiazione doveva essere effettuata sabato 21 marzo 2020 presso l’Hotel Rome Cavalieri di Roma, ma a causa del corona virus è stata spostata a venerdì 26 Giugno 2020.


Le qualità superiori, dal lato sensoriale e nutrizionale degli Oli Extravergini di Oliva di qualità lo rendono un grasso gourmet.

Tra i grassi è l’unico estratto meccanicamente da un frutto e l’olio ricavato ne custodisce le fragranze, i profumi e la ricchezza in antiossidanti e vitamine.

L’insieme dei componenti presenti nell’olio extravergine di oliva di qualità è tanto prezioso per la salute quanto, per il gusto e i profumi che ne scaturiscono.

Molte persone credono che l’olio d’oliva sia più grasso dell’olio di semi, notizia totalmente infondata. Infatti nei due oli sono presenti le stesse quantità di grassi e anche le stesse calorie, cioè 9 al grammo.

Un buon extra vergine di oliva poi, è molto più saporito di quello di semi, quindi tenderai a usarne una minore quantità per condire i tuoi piatti, con grande vantaggio per il conto calorico.

Anche sul fronte della cottura, l’olio di oliva vince sugli altri oli e grassi perché, se non si raggiungono temperature superiori a 180°, il minor numero di acidi grassi polinsaturi lo rende più stabile ed evita la produzione di una maggior quantità di radicali liberi.

Sicuramente la margarina è uno dei condimenti che non andrebbero usati mai, perché contiene acidi grassi idrogenati e per questa ragione non è un alimento salutare e utile per l’organismo.

Il burro invece contiene molto colesterolo e molti acidi grassi saturi che sono nocivi alla salute. Il suo consumo quotidiano è sconsigliato, ma non è vietato il suo uso sporadico. Ad esempio, una quantità limitata nei dolci, consumati una volta a settimana, non incide negativamente sulla dieta o sulla salute cardiovascolare.

Le ultime evoluzioni lo vedono protagonista anche in pasticceria. Alcuni dolci sono stati fatti sostituendo la margarina ed il burro con l’olio extravergine d’oliva, il risultato è stato quello di avere dolci dai gusti intensissimi, ma con il vantaggio di essere molto digeribili e leggeri.

In conclusione, si può affermare che questo versatile prodotto sarà sempre più protagonista in cucina, dal momento che con le sue spiccate proprietà si adatta alle varie forme gastronomiche, siano esse tradizionali o innovative, esaltando le pietanze in mille sfumature di gusto e profumo.